La brocca di Prospero

La brocca di ProsperoTecnica: burattini tradizionali
Regia: Dario Tognocchi
Musiche: musiche della tradizione popolare
Messa in scena: Dario Tognocchi e Paola Rovelli
Animazione/Recita: Dario Tognocchi, Cristiano Iannitti, Diego Pileggi
Durata: 60′
Età: dai quattro anni

E’ notte. In mezzo al mare veleggia una grande nave che si dirige verso un’isola misteriosa. A bordo troviamo un re di nome Alonso, il figlio Ferdinando, il fratello Sebastiano e il nobile Antonio. Ognuno si dirige verso l’isola per motivi diversi e segreti. Una terribile tempesta scatenata da Prospero, un vecchio re e mago che vive sull’isola assieme alla figlia Miranda e agli spiriti Calibano, Ariele e Tavà, causa il naufragio della nave. Approdato sull’isola, Alonso incontra dopo vent’anni Prospero. E’ l’inizio di grandi e fantastiche avventure. Lo spettacolo è liberamente ispirato al celebre dramma La Tempesta di William Shakespeare.

Teatro dei burattini di Como (Como – Italia) — www.teatroburattinicomo.it
La compagnia Teatro dei burattini di Como nasce nel 1982, fondata da Dario Tognocchi e Paola Rovelli. Protagonista di molti spettacoli è Tavà, la maschera tradizionale della provincia di Como. La compagnia gestisce il festival internazionale Alla corte di Tavà che ha luogo in diverse città lombarde. Organizza inoltre laboratori di animazione teatrale rivolti a bambini e ragazzi.

Zygotoons

ZygotoonsTecnica: marionette e pupazzi con luce di wood
Regia: Pierre Luciani
Musiche:
Messa in scena: Monika Dzsinich, Pierre Luciani, Sébastien Torrès
Animazione/Recita: Monika Dzsinich, Pierre Luciani
Durata: 40′
Età: dai tre anni

C’erano una volta i polimorfi, strane creature che riuscivano a scintillare nella notte. Dopo una lunga evoluzione sono nate altre creature fantastiche: gli Zygotoons. Cosa sono? Da dove vengono? Nessuno lo sa! In ogni caso sono decisi a partire alla scoperta di un nuovo mondo: un terreno di gioco notturno che permetterà loro di dimostrare insospettabili e straordinarie capacità. Uno spettacolo visivo affascinante e suggestivo che illuminerà il buio con le mille luci di queste creature da fiaba.

La Compagnie Imaginare (Parigi – Francia) — www.lacompagnieimaginaire.com
La compagnia Imaginaire è stata creata nel 2002 allo scopo di diffondere la luce nell’universo “modesto ma geniale” della marionetta. Riuscire ad accomunare magia, ritmo e forza visiva è stata da subito una sfida fondamentale per Sébastien Torres e Pierre Luciani, i due artisti fondatori. Hanno dunque deciso di utilizzare una tecnica inconsueta: la luce nera che permette di illuminare unicamente gli oggetti fluorescenti. I marionettisti, vestiti di nero, rimangono invece invisibili al pubblico. Il risultato è un mondo fantastico nel quale gli oggetti-marionette, liberi da fili e costrizioni, paiono volteggiare liberamente nell’aria.

Marionette, bolle e burattini

Marionette, bolle e burattiniTecnica: marionette, burattini e bolle di sapone
Regia: Teatro Itagnolo
Musiche: A. Dvorak “L’entrata dei gladiatori”
Messa in scena: Teatro Itagnolo
Animazione/Recita: Pierpaolo Di Giusto e Salvador Puche
Durata: 45′
Età: dai 3 anni

Lo spettacolo è un collage di storie di marionette, burattini e magie con le bolle di sapone, allietato dalle note dell’organetto di Barberia. Si inizia con L’ultimo cantastorie che narra le avventure di un cantastorie costretto a fuggire dai gendarmi di un re prepotente e dalla strega Starnazza. L’aiuto del pubblico sarà necessario per salvarlo. Sarà poi la volta delle fantastiche magie con le bolle di sapone di Salvador Puche: colorate, piccole, piccolissime o grandi a sufficienza per racchiudere una persona! Infine lo spettacolo si conclude con Il primo bacio. Ispirata alla tradizione dei burattinai sudamericani, la storia descrive le fatiche di un innamorato desideroso di ricevere il primo bacio dalla sua fidanzata.

Teatro Itagnolo (Udine-Padova – Italia) — www.digiusto.it
Burattinaio, cantastorie e teatrante di strada dal 1979, Pierpaolo Di Giusto ha allestito ventidue spettacoli presentandoli in venticinque paesi e quattro continenti! Organizza laboratori e corsi di aggiornamento per bambini e adulti in Italia e all’estero. E’ uno degli ideatori del festival Burattini senza confini che si svolge in Italia, Slovenia, Svizzera, Francia, Portogallo, Equador e Messico. Burattinaio, cantastorie e clown, lo spagnolo Salvador Puche, oltre alle numerose partecipazioni a festival di teatro di figura e di strada in tutto il mondo, svolge da anni in Italia e Spagna un’importante ed intensa attività didattica destinata a bambini, ragazzi e docenti.

Doux maux d’amour et maux-croisés

Doux maux d’amour et maux-croisésTecnica: suite d’immagini silenziose per lampadina e carta di giornale
Regia: Guy Jutard
Musiche:
Messa in scena:
Animazione/Recita: Nathalie Cuenet, Fatna Djahra, Daniel Hernandez, Guy Jutard
Durata: 60′
Età: dai dodici anni e per adulti

Nove quadrati-finestra illuminati, quattro attori, carta di giornale che svolazza, si piega, si strappa, dando vita a personaggi minuscoli o giganteschi. Salvo il lieve fruscio della carta, le brevi storie si susseguono in silenzio, come una sorta di fumetto senza le nuvolette dei testi. Storie che raccontano di piccoli o grandi dispiaceri, riflesso del nostro malessere, della nostra incapacità di sfuggire dal mondo reale, d’incontrare l’altro, d’amare o d’essere amati. Brevi episodi di vita raccontati con leggerezza, come la carta utilizzata, ma sorretti da uno humour devastante e corrosivo.

Théâtre des marionnettes de Genève (Ginevra – Svizzera) — www.marionnettes.ch
Fondato nel 1929 da Marcelle Moynier, il Teatro delle marionette di Ginevra è il più vecchio della Svizzera. Durante quasi cinquant’anni Marcelle Moynier ha realizzato i suoi spettacoli nel suo appartamento, accogliendo migliaia di spettatori. Nel 1984, quattro anni dopo la morte della sua fondatrice, il cantone e la città di Ginevra mettono a disposizione della compagnia una sala con 180 posti nel cuore del quartiere di Plainpalais. Dal 2002 il direttore artistico e amministrativo è Guy Jutard. Trentamila spettatori assistono ogni anno agli oltre duecento spettacoli, in parte allestiti dal teatro stesso, in parte proposti da compagnie ospitate, presentati in uno dei pochi teatri stabili in Europa consacrati al teatro di figura.

Conferenza pubblica – Venerdì 16 maggio

Conferenza pubblica

La Rassegna di Teatro di Figura Otello Sarzi, in collaborazione con l’Alta Scuola Pedagogica, organizza una conferenza sul tema:

Il teatro di figura nella scuola dell’Infanzia
Esperienze di formazione e di utilizzo nella scuola ticinese

Venerdì 16 maggio 2008 – ore 17.30

Aula del Consiglio Comunale di Stabio

Parteciperanno quali relatori:
– Ornella Baragiola: ludoterapista e burattinaia
– Ava Husain: musicista, interprete di teatro di figura, formatrice nel metodo Dalcroze all’ASP
– Mauro Sarzi: burattinaio, regista, ludoterapista, scrittore per l’infanzia, collaboratore dell’ASP
– Luisa Figini: artista, insegnante di Arte Visiva all’ASP

Coordinerà gli interventi:
Marco Rossi Direttore dell’Istituto Scolastico Comunale di Stabio

Petruska

PetruskaTecnica: teatro di figura con burattini, marionetta, ombre con musica dal vivo per pianoforte a quattro mani
Regia: Gabriele Giromella
Musiche: Igor Stravinskij, esecuzione Bruno Canino e Antonio Ballista, pianoforte
Messa in scena: Pietro Marchese e Roberta Monopoli
Animazione/Recita: Marianna Baggi, Marta Cartacci, Allegra Bernacchioni, Roberta Monopoli, Pietro Marchese, Gabriele Giromella, Marco Destefani; recitazione di Zatta; ballerina: FlaviaVallone
Durata: 50′
Età: dai sei anni

A San Pietroburgo, durante la settimana di Carnevale, una grande folla assiste ad uno spettacolo di burattini. Quando il sipario si apre, appaiono Petruska, la Ballerina e il Moro che, al suono del flauto del burattinaio, si animano e cominciano a ballare. Innamorato della Ballerina e desideroso di attirare la sua attenzione, Petruska è il più scatenato dei tre: danza, salta, volteggia e prende in giro gli spettatori. La Ballerina è però affascinata dal misterioso Moro e rifiuta il suo amore. Petruska interrompe allora lo spettacolo e litiga con il Moro che lo scaccia dal teatro. Alla sera, mentre le strade della città sono affollate di gente che festeggia, Petruska e il Moro si scontrano in duello e Petruska viene ucciso. Cala la notte e nel turbinio della neve, il fantasma di Petruska vola libero facendosi beffe di tutti, poiché il suo spirito è immortale.

Associazione Teatrino Girò (Fosdinovo – Italia) — www.teatrinogiro.it
Fondata nel 2001 a Fosdinovo (Massa Carrara) da Gabriele Giromella, l’Associazione culturale Teatrino Girò si prefigge di promuovere, diffondere e sviluppare la conoscenza artistica, agendo in particolare in due specifici settori: la produzione di spettacoli per il teatro di figura e la formazione di una compagnia di teatro popolare dialettale. Dal 2003,l’Associazione collabora con l’Accademia di belle arti di Brera per la ricerca scenografica e, per la parte musicale, con vari ensemble musicali italiani. Nel 2005 l’Associazione ha presentato a Stabio “L’histoire du soldat” di Igor Stravinskij con musica eseguita dall’Ensemble Nuovo Contrappunto diretto da Mario Ancillotti.

Il mistero della fattoria

Il mistero della fattoriaTecnica: teatro di figura e attori
Regia: Enrico Colombo
Musiche: musiche della tradizione popolare
Messa in scena: Gianni Colombo
Animazione/Recita: Enrico Colombo
Durata: 50′
Età: da tre anni

Esistono fattorie normali, come quella famosa dello zio Tobia, e fattorie speciali come quella di questo spettacolo. E nelle fattorie speciali accadono fatti strani e in apparenza inspiegabili. Gli animali si trasformano allora in investigatori per tentare di scoprire chi o cosa è la presenza misteriosa che crea panico e paura nella fattoria. Ci riusciranno? E sarà tutto vero quello che si racconta o si tratta solamente di frottole? Frottole forse esagerate ad arte per confondere le indagini degli investigatori a quattro zampe. Un giallo burattinesco e surreale.

Teatro dei burattini di Varese (Varese – Italia) — www.burattini.va.it
Ospite in varie edizioni di Maribur, il Teatro dei burattini di Varese è stato fondato nel 1978 da Enrico Colombo. In trent’anni di attività ha prodotto più di trenta spettacoli, sviluppando una ricerca espressiva che ha saputo unire con sapienza ed originalità tecniche diverse a ispirazioni derivate dal mondo dell’arte. Nella sede di Cazzago Brabbia, Enrico Colombo e sua moglie Betty organizzano rassegne di teatro di figura e di narrazione, laboratori per bambini, corsi di formazione per adulti, mostre.

Acqua sopra acqua sotto

Acqua sopra acqua sottoTecnica: burattini a guanto
Regia: Paci e Roberto Primavera
Musiche: Gogol Bordello
Messa in scena: Luca Paci e Roberto Primavera
Animazione/Recita: Luca Paci e Roberto Primavera
Durata: 50′
Età: da quattro anni

Acqua sopra acqua sotto inizia con un lutto per il quale Ugo è costretto ad abbandonare la vita di sempre e a cercare fortuna navigando. Ma la sua barchetta sarà affondata e Ugo farà la conoscenza dell’irascibile Capitano Scamorza. Lo spettacolo è caratterizzato dall’uso assieme ai burattini di personaggi così grandi da uscire dal teatrino! Il Drago cercherà anche di azzannare qualcuno del pubblico! Ugo risolverà tutto per il meglio. Il piacere del racconto è l’elemento fondamentale dello spettacolo. La vicenda è sostenuta dal ritmo e dalla forza con cui gli avvenimenti prendono i personaggi e in particolare il nostro Ugo, eroe a volte timido e un po’ ingenuo ma che, quando occorre, sa farsi rispettare.

Teatro alla panna (Senigaglia – Italia) — www.teatroallapanna.it
Fondata nel 1982 da Luca Paci, Roberto Primavera e Leonardo Barucca, la compagnia Teatro alla panna ha non solo creato e proposto spettacoli di teatro di figura in una regione, le Marche, che non vanta una tradizione burattinesca, ma ha avuto il grande merito di inventare un nuovo personaggio: Ugo. Sebbene ancora molto giovane, Ugo è già entrato nei cuori di molti bambini e adulti che hanno assistito alle sue avventure. La sua simpatia, la battuta pronta e la furbizia ne fanno sin d’ora un degno erede dei più illustri burattini della tradizione italiana.

Il cagnetto e la gattina

Il cagnetto e la gattinaTecnica: burattini a vista
Regia: Lubomir Piktor e Katarina Aulitisova
Musiche: Matija Solce
Messa in scena: Martina Matlovicova
Animazione/Recita: Maja Bavdaz Solce
Durata: 30′
Età: da tre anni

La veterinaria Maya ha trovato una casa davvero strana per i suoi due amici Gattina e Cagnetto: una valigia. La valigia ha due porte, ma una sola finestra, un solo tavolino, un solo fornello e una sola cameretta. Ogni volta che Gattina e Cagnetto s’incontrano litigano. Rizzano il pelo, mostrano le unghie e i denti e sono bisticci a non finire, finché uno dei due animali è costretto a scappare. Cosa fare per riappacificare i due animali?

Lutkarnika Koper (Capodistria – Slovenia) — puf.pina.info
Attiva come burattinaia dal 1973, Maja Bavdaz Solce fonda nel 1982 insieme a Brane Solce la compagnia Papilu che in vent’anni di attività si è fatta conoscere in tutto il mondo ed è stata ospite di Maribur nel 1999. Nel 2004 decide di iniziare una carriera artistica indipendente, fondando la compagnia Lutkarnika Koper che si esibisce regolarmente in Slovenia ed all’estero, produce spettacoli, organizza laboratori e promuove il festival internazionale Alpe Adria PUF.

Speciale Rassegna 2008

Speciale Rassegna 2008E fanno quindici! Da quindici anni un innocuo e variopinto esercito di pupazzi, burattini, marionette, pupi, giocolieri e saltimbanchi occupa le corti e le piazze di Stabio. Un esercito che nel frattempo ha conquistato anche il parco del Museo Vela di Ligornetto e il Parco delle Gole della Breggia. Una pacifica invasione attesa con entusiasmo da un pubblico sempre più numeroso. I bambini che hanno seguito le prime edizioni di Maribur sono oggi dei giovani adulti; ci piace immaginare che una storia, un burattino o una marionetta siano in passato riuscite a depositare un fertile seme nella loro immaginazione. Questo seme è cresciuto assieme a loro germogliando e trasformando sogni burattineschi in allegri compagni di vita. Ci piace immaginare che tra qualche anno questi giovani adulti diventeranno genitori e torneranno a frequentare corti e piazze con i loro figli. Continua…

È online lo Speciale Rassegna 2008 con informazioni e programma!

Le date:

5—6 Aprile: Mulino del Ghitello (Balerna)
20 Aprile: Chiasso – per questo spettacolo é possibile prenotare biglietti scrivendo una mail a info@maribur.ch

16—17—18 Maggio: Stabio
21—22 Maggio: Ligornetto

23 Novembre: Stabio