La Rassegna in breve

STORIA

Log RassegnaLa rassegna del Teatro di Figura Otello Sarzi nasce dopo aver ospitato a Stabio il Premio Vincenzo Falchetto e dall’amicizia con Otello Sarzi.

È inoltre una sorta di eredità lasciata dalle feste de “Ul suu in cadrega” tenutesi a Stabio negli anni 1991 e 1992 a cavallo del soltizio d’estate. In quell’ambito era già stato concepito uno spazio teatrale destinato ai bambini e ragazzi che il gruppo organizzativo, nonostante il ‘suu’ fosse tramontato, non voleva lasciar cadere.

E così è nata la rassegna “Teatro di figura Otello Sarzi” che trasforma Stabio e Ligornetto in un regno incantato abitato da burattinai, burattini, marionette, giocolieri e artisti di strada. Un’atmosfera magica, gioiosa, colorata dove il mondo fantastico diventa una realtà. Il nome MARIBUR arrivato nel 1997 vuole evocare qualcosa di magico, ma è semplicemente l’unione di mar (marionette) e bur (burattini)

LA RASSEGNA OGGI

Un'immagine della Rassegna di MariburLa manifestazione ha luogo nei Comuni di Stabio e Ligornetto e al Mulino del Ghitello a Morbio Inferiore.

Gli spettacoli si tengono soprattutto all’aperto. A Stabio si sfruttano alcune corti che vengono gentilmente messe a disposizione dai privati. A Ligornetto i punti di riferimento sono il museo Vela e la Casa Pessina. Ma se il tempo é inclemente o se lo spettacolo lo richiede si possono utilizzare anche i teatri degli Oratori dei due Comuni.

Gli spettacoli si indirizzano soprattutto alle famiglie. La volontà è quella che genitori e figli si ritrovino insieme ad assistere alle rappresentazioni. Il ventaglio delle proposte è ampio: vi sono spettacoli adatti ai bambini di 3-4 anni fino a quelli destinati ai ragazzi più grandi. Alcuni sono allestiti anche per gli adulti.

Non vanno dimenticate le manifestazioni collaterali: artisti di strada come giocolieri e saltimbanchi, spazi riservati al ristoro, bancarelle dove si possono acquistare oggetti e gadget, laboratori teatrali. Questi ultimi sono destinati ai bambini e si propongono come animazione attiva e interattiva: i piccoli possono realizzare burattini, giocattoli e strumenti musicali.